Cerca

Viaggin-Mente, un grande esempio di amicizia e integrazione tra 45 ragazzi di cinque regioni


Una settimana di grande divertimento, umanità, costruzione di amicizie nuove e di ponti da una parte all’altra dell’Italia, sperimentazione di attività non sempre possibili da praticare a casa propria, superamento di paure e limiti grazie alla fiducia nel prossimo, anche se conosciuto da poco. Tutto questo è stato Viaggin-Mente, la settimana che dal 22 al 29 agosto 2021 a Saint-Barthélemy, in Valle d’Aosta, ha raccolto 45 ragazzi provenienti da Liguria, Piemonte, Campania, Sicilia e Valle d’Aosta per la prima edizione di Viaggin-Mente, l’esperienza di scambio culturale nell’ambito del Progetto nazionale Movi-Menti, selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile –bando “Nuove Generazioni” rivolto a minori nella fascia di età 5-14 anni.

Il programma di attività e la gestione del soggiorno, a cura della Cooperativa Indaco, partner locale del progetto, ha visto protagonisti i ragazzi di esperienze motivanti e dai tanti risvolti umani, che hanno permesso loro di mettersi alla prova in un nuovo contesto all’interno del quale tutti hanno dimostrato una grande voglia di esserci, di fare nuove esperienze, di superare anche i propri timori.


“E’ stata una settimanameravigliosa per tutti, ragazzi, operatori e organizzazione – raccontaVittoria Burton, responsabile nazionale del Progetto Movi-Menti – La riuscita del soggiorno ha superato ogni aspettativa e ringraziamo i ragazzi che coraggiosamente sono partiti per questa avventura. Si sono messi alla prova scoprendo così di avere grandi capacità, di essere in grado di stringere belle e nuove amicizie con persone appena incontrate. Vogliamo ringraziare le famiglie che ci hanno dato la fiducia affidandoci i loro figli in un periodo difficile come quello della pandemia. Ringraziamo gli animatori ed educatori che si sono preparati per mesi affinché il progetto riuscisse in tutte le sue componenti, sia organizzative che relazionali. Il clima è stato di grande energia e molto positivo e i ragazzi entusiasti oggi hanno voglia di raccontare cosa hanno imparato e cosa hanno apprezzato di questa esperienza. E’ un grande successo che ci fornisce il senso di questo progetto: dare opportunità nuove a chi spesso non le ha, mettere insieme persone, spostare menti, corpi e comunità da una parte all’altra dell’Italia”.



“Tutto è andato molto bene, c’è una grande soddisfazione generale degli operatori soprattutto perché gli obiettivi legati allo scambio e alla socialità dei ragazzi sono stati raggiunti – commenta Stefano Joly operatore referente della Cooperativa Indaco – E’ stato un aspetto fortemente cercato e il fatto di avere tra ragazzi e operatori provenienze diverse è stato superato in fretta senza problemi, tanto che fin dai primi giorni erano indistinguibili i gruppi regionali visto che i ragazzi si sono amalgamati da subito, altro obiettivo raggiunto. E’ stato un soggiorno che nei ragazzi ha fatto sperimentare attività nuove e che in altro modo non avrebbero potuto praticare, e tutti ne sono stati entusiasti”.


Molto apprezzata dai partecipanti è stata la location, l’Ostello gestito dalla cooperativa Indaco a Saint-Barthélémy, con i suoi spazi e i servizi offerti, tra i quali un’ottima cucina che ha proposto nel corso della settimana diversi piatti sia locali che legati alle altre regioni partecipanti, trasformando così anche il momento a tavola in un piacevole scambio culturale.


Arrampicata, rafting, sport popolari, e-bike, tendate e grigliate notturne con osservazione del cielo, visite al Parco avventura di Villeneuve e al Parc animalier di Introd, attività laboratoriali creative e artistiche, tra cui il cinema con Cinemovel Fondation, partner di progetto. Queste sono state alcune delle attività sperimentate. “Avremmo voluto passare qui un mese non una settimana” hanno commentato i partecipanti, che al momento dei saluti si sono stretti in un forte abbraccio, non trattenendo le proprie emozioni, lacrime e sorrisi, promettendosi contatti a distanza e prossimi incontri.


Viaggin-Mente è stato un abbraccio al mondo, un’emozione crescente, la lunga attesa di un evento che ha portato dentro di sé tutti i colori della vita, dell’amicizia, dell’impegno, della collaborazione senza confini, rappresentando la sintesi migliore e il cuore del progetto Movi-Menti. Gli operatori e animatori dopo una preparazione di mesi, hanno fatto un grandissimo lavoro accompagnando i ragazzi, facendo loro da guida in ogni momento, smussando le tensioni e rappresentando punti di riferimento importanti. Un lavoro immenso in questi giorni e nei mesi precedenti, in preparazione di un’avventura umana sotto i cieli valdostani che resterà nei cuori di tutti.


Questa esperienza ha rappresentato la sintesi di tre anni di lavoro durante i quali gli oltre 50 partner del progetto Movi-Menti hanno organizzato centinaia di attività, iniziative, laboratori, formazioni, incontri per genitori, educatori e ragazzi lavorando sui temi del progetto (promozione e accesso alle attività STEAM, allo sport, alle strategie di problem solving collaborativo) e nelle quali operatori e referenti di cooperative, fondazioni di comunità e associazioni, hanno scambiato metodologie, approcci educativi e didattici, dando vita ad una ampia rete e a una vera e propria disseminazione a livello nazionale. L’eredità che il progetto Movi-menti lascerà alle regioni partner sarà di fatto proprio un patrimonio di approcci e metodologie educative e didattiche nuove e condivise.


Organizzata dalla Cooperativa Indaco, partner di progetto, in collaborazione con le organizzazioni referenti regionali Noi e gli Altri scs (Valle d’Aosta), Consorzio Copernico scs (Piemonte), Consorzio Tassano scs (Liguria), Fondazione Comunità Salernitana (Campania), Fondazione Comunità Val di Noto (Sicilia), e con la partecipazione di Cinemovel Foundation, la settimana ha testimoniato la solidità del progetto e creato un ponte ancor più solido tra territori, testimoniato dalla grande forza e umanità che i ragazzi hanno espresso. L’esperienza di Viaggin-Mente sarà riproposta la prossima estate in un territorio di mare, mentre nel corso dell’anno continueranno ad essere organizzati laboratori e attività nelle cinque regioni.